Home | News | Link | Aree
Sei in Aree tematiche - Servizi al cittadino
Servizi al Cittadino - Anagrafe

L'area servizi al Cittadino consente agli utenti registrati al portale Monserrato OnLine di accedere ad alcuni servizi offerti attraverso il web. Tutti gli altri utenti non registrati, possono consultare le schede relative agli argomenti di maggiore interesse per comprendere l'iter delle procedure ed ottenere le certificazioni o i documenti amministrativi direttamente dagli Uffici.


L'autocertificazione

Formare una nuova famiglia

Vivere a Monserrato

 

In cosa consiste

E' la facoltà di presentare in sostituzione dei tradizionali certificati richiesti al Comune, una dichiarazione firmata dall'interessato che attesta i propri stati, fatti e requisiti. La firma non deve essere autenticata, è sufficiente una copia di un documento valido di identità.
L'autocertificazione sostituisce definitivamente il certificato omonimo. E' comunque sempre ammissibile per i cittadini chiedere il rilascio dei certificati, nel rispetto della normativa sul bollo.

inizio pagina

 

Cosa posso autocertificare?

Si possono autocertificare con dichiarazione sostitutiva di certificato :

  • data e luogo di nascita, residenza, cittadinanza, godimento dei diritti civili e politici, stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero, stato di famiglia, nascita del figlio, decesso del coniuge, dell’ascendente o discendente;
  • iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni, l'appartenenza a ordini professionali, titolo di studio, esami sostenuti, qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica
  • situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
  • assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto
  • possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
  • stato di disoccupazione, qualità di pensionato e categoria di pensione, qualità di studente, qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo
  • tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio
  • non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa
  • non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali
  • qualità di convivenza a carico
  • non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato
  • non essere l’ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al decreto legislativo 8.6.2001 n.° 231.

Possono invece essere autocertificati mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio:

  • Tutti gli stati, fatti e qualità personali non autocertificabili (non ricompresi quindi nell'elenco di cui sopra) possono essere comprovati dall'interessato, a titolo definitivo, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
    Si possono ad esempio dichiarare: chi sono gli eredi, la situazione di famiglia originaria, la proprietà di un immobile, il proprio stato di servizio, la conformità all’originale della copia di un documento, ecc.
    La dichiarazione che il dichiarante rende nel proprio interesse può riguardare anche stati, fatti e qualità personali relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.
    La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, non può contenere manifestazioni di volontà come impegni, rinunce, accettazioni, procure e deleghe configuranti una procura.

inizio pagina

 

A chi può essere presentata?

L'autocertificazione e le dichiarazioni sostitutive di notorietà sono utilizzabili solo nei rapporti con le amministrazioni pubbliche intendendo tutte le Amministrazioni dello Stato, compresi gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni universitarie, le aziende e le amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le regioni, province, comuni e comunità montane, I.A.C.P., camere di commercio e qualsiasi altro ente di diritto pubblico (compresi gli enti pubblici economici).
Sono inoltre utilizzabili nei rapporti con imprese esercenti servizi di pubblica necessità e di pubblica utilità cioè  aziende che hanno in concessione servizi come i trasporti, l’erogazione di energia, il servizio postale, le reti telefoniche ecc. Per esempio le aziende municipalizzate, l’Enel, le Poste (ad eccezione del servizio Bancoposta), la Rai, le Ferrovie dello Stato, la Telecom, le , ENEL, Telecom, Aziende del Gas, ecc.).
I Tribunali non sono tenuti ad accettare l’autocertificazione. L’autocertificazione è estesa ai privati (ad es. banche e assicurazioni) solo se decidono di accettarla. Per i privati, a differenza delle amministrazioni pubbliche, accettare l’autocertificazione non è un obbligo, ma una facoltà

inizio pagina

 

Devo applicare la marca da bollo ?

Nessuna imposta di bollo deve essere corrisposta dal cittadino quando comprova che l'uso dell'atto è esente per legge, dall'imposta. I principali usi che giustificano l'esenzione dall'imposta di bollo prevista da Leggi in vigore sono indicati nel D.P.R. 26/10/1972 n. 642 e successive modificazioni.

inizio pagina

 

Dichiarazioni false

Attenzione a non effettuare dichiarazioni non veritiere
L'amministrazione pubblica, può provvedere d'ufficio ad accertare la veridicità di quanto dichiarato dal cittadino. Il rilascio di dichiarazioni non veritiere è punito ai sensi del codice penale e dalle leggi speciali in materia.

inizio pagina

 

 

Destinatari

Coppie che intendono contrarre matrimonio e costituire un nuovo nucleo familiare.

Le pubblicazioni di matrimonio

La pubblicazione di matrimonio viene richiesta dai futuri sposi all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due sposi. L'atto di pubblicazione resta affisso all'Albo Pretorio del Comune per otto giorni consecutivi. Il matrimonio può essere celebrato a partire dal 4° giorno dopo la seconda domenica ed entro i successivi 180 giorni.

Procedura

  • i futuri sposi devono presentarsi all'Ufficio muniti di idoneo documento e compilare la specifica modulistica
  • per il matrimonio concordatario (da svolgersi in Chiesa) presentare la richiesta di pubblicazione da parte del Parroco o del Ministro di Culto competente.
  • per matrimoni misti (cittadini stranieri) questi ultimi devono essere muniti di nulla osta al matrimonio rilasciato dall'Ambasciata o dal Consolato (art. 116 del c.c.). Lo stesso dicasi per matrimoni di stranieri non residenti (turisti di passaggio).

Documentazione richiesta

E' l'Ufficio di Stato Civile che provvede a richiedere d'Ufficio i documenti necessari per la pubblicazione. I cittadini iscritti all'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani residenti all'estero) che richiedono la pubblicazione devono provvedere ad inviare tramite il Consolato Italiano o l'Ambasciata la richiesta di pubblicazione

 

inizio pagina

 

Destinatari

Cittadini residenti in altro Comune che intendono fissare la propria residenza a Monserrato, o se già residenti intendono cambiare abitazione.

Modalità

Un componente maggiorenne della famiglia, deve compilare il modulo apposito fornito dall'Ufficio Anagrafe. Inoltre, per tutti coloro che sono titolari di patente di guida o risultano proprietari di un veicolo o motociclo, è necessario compliare il modello, per poter ricevere dalla MCTC i tagliandi con l'aggiornamento dell'indirizzo. Il cittadino dovrà recarsi inoltre presso l'ufficio tributi del Comune di Monserrato per l'aggiornamento della tassa rifuiti, con la metratura e la piantina catastale dei locali occupati.In alternativa potrà scaricare la denuncia di inizio occupazione direttamente dal sito.
Nel caso in cui il trasferimento interessi cittadini stranieri , oltre ai documenti sopra descritti, dovranno essere esibiti:
- permesso di soggiorno (per cittadini extracomunitari) o carta di soggiorno (per cittadini comunitari)- passaporto
Nel caso di trasferimento presso l’abitazione di una famiglia gia’ residente in Monserrato occorre l’assenso da parte della famiglia di accoglienza.

Procedura

Compilate le istanze, il servizio trasmette i dati dichiarati dall'interessato al trasferimento al servizio della Polizia Municipale per gli accertamenti al domicilio. L'Agente accertatore, a seguito del sopralluogo con il quale constata l'effettiva presenza del nucleo presso il domicilio dichiarato, completa il procedimento e lo trasmette all'Ufficio Anagrafe. La nuova residenza vien infine inserita in anagrafe a seguito dell'avvenuta cancellazione da parte del Comune di provenienza.

La medesima procedura viene seguita per il cambio di abitazione all'interno dello stesso Comune di Monserrato, esclusa la richiesta di cancellazione da altro Comune di provenienza.

inizio pagina